Nuovo serramenti in ristrutturazione

Quello che nessun tecnico ti dirà mai sulla sostituzione dei serramenti

“Sostituire i serramenti di casa è il miglior intervento che si possa fare. Oltretutto permette di risparmiare sui consumi e posso accedere alle detrazioni fiscali”

Se la pensi così anche tu, tranquillo, sei in buona compagnia.

Secondo l’Agenzia delle Entrate, tra gli interventi di efficientamento energetico, quello di sostituzione infissi è in assoluto il più gettonato dagli Italiani.

Ma siamo sicuri sia anche il più vantaggioso o è frutto di una grande operazione commerciale?

Quando un mio cliente arriva con la convinzione di fare un intervento di questo tipo cerco di chiarirgli subito la situazione. Voglio evitare che proceda in maniera sbrigativa e impulsiva a spendere qualche migliaia di euro, salvo poi pentirsene e cercare una soluzione di ripiego.

È ovvio che se i tuoi serramenti sono dell’anteguerra e quando c’è vento ti sembra di essere al centro dell’uragano Katrina forse è arrivato il giorno di cambiare gli infissi.

Ed è palese che se esistono degli incentivi fiscali e così tante persone hanno cambiato i serramenti dei benefici ci sono, questo è chiaro.

I VANTAGGI DELLA SOSTITUZIONE SERRAMENTI

Generalmente i vantaggi della sostituzione sono:

  • Miglioramento del confort acustico rispetto ai rumori dall’esterno
  • Riduzione delle dispersioni dei componenti vetrati
  • Eliminazione dei cosiddetti “spifferi” ovvero le infiltrazioni di aria fredda.

Fino allo scorso anno per questo intervento era disponibile la detrazione fiscale del 65%, un notevole incentivo a procedere. Da quest’anno l’incentivo è confermato nella stessa misura SOLO all’interno di un intervento globale di riqualificazione, quindi abbinato ad altri interventi come l’isolamento a cappotto, del tetto, etc.

Pochi vi dicono però la verità sui possibili problemi che può dare la SOLA sostituzione dei serramenti.

Non è la prima volta che mi capita di vedere clienti che dopo aver speso anche 10’000 € per delle bellissime finestre si trovano muffa ovunque quando prima non c’era. Un caso? Un mistero? No, tutto prevedibile.

Abbiamo detto che i nuovi serramenti eliminano gli “spifferi”… tu dirai: ottimo! In pochi sanno però che queste infiltrazioni d’aria prima assolvevano ad un’importante funzione: contribuire ai ricambi d’aria naturali.

La ventilazione degli ambienti prima avveniva sia quando si aprivano le finestre ma anche quando queste erano chiuse, in modo involontario. Grazie all’aria proveniente dall’esterno si manteneva così nei locali un’umidità dell’aria contenuta.

I nuovi serramenti ermetici invece non permettendo all’aria fredda e secca di entrare concorrono al rischio di ELEVATA UMIDITA’ relativa dei locali (soprattutto bagni, cucine, camere da letto). Se c’è alta umidità nell’aria e le pareti sono fredde (tipicamente nelle case non isolate) ecco che siamo nelle condizioni ideali per la formazione di MUFFA.

Proprio per questa ragione alcuni venditori di serramenti iniziano a proporre sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata integrata nel serramento cercando così di ovviare a questo problema.

L’altro piccolo segreto che nessun serramentista vi dirà mai è che per il vostro caso specifico magari esistono INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA MOLTO PIU’ VANTAGGIOSI sia dal punto di vista economico che di risparmi sui consumi.

A questi bisogna dare priorità.

Se cerchi autonomamente la soluzione ai problemi della casa è normale essere predisposto verso quegli interventi che pensi di conoscere e governare meglio come per esempio la sostituzione dei serramenti appunto. Ma questi interventi non sono gli unici che possono rendere più efficiente dal punto di vista energetico la tua casa.

Se scopri che la tua casa consuma troppo per il riscaldamento e vuoi fare qualcosa, ma pensi che nel tuo caso specifico sia troppo complicato agire allora molto probabilmente ripiegherai sulla soluzione “apparentemente” più semplice. Qui sta un po’ l’inghippo.

Come fare a decidere allora?

E’ vero ci sono situazioni dove è più difficile intervenire. Però è anche vero che prima di investire ingenti somme di denaro è meglio magari spendere qualcosa per un analisi di uno specialista; potrai così capire se effettivamente non c’è nulla da fare o se ci sono soluzioni che fanno al caso tuo. Nel sentire “analisi di uno specialista” probabilmente ti sarai spaventato, gli specialisti notoriamente sono costosi. Può essere vero, ma esistono anche analisi preliminari dal costo decisamente contenuto.

Nelle fasi successive sarà compito dello specialista (architetto o ingegnere che sia) trovare le soluzioni più adatte.

La scorsa settimana mi è capitato di stravolgere le idee ad un cliente che voleva cambiare dei serramenti installati solo 12 anni fa.

Alla fine ha capito che il cappotto e l’isolamento del sottotetto erano la soluzione perfetta per il suo caso.

Con una spesa di poco superiore a quella di sostituzione serramenti, ha scoperto che la riduzione di consumi del riscaldamento passava dal 15% al 45%…bella differenza con gli stessi soldi!

Purtroppo nei progetti di riqualificazione energetica alcune cose possono sembrare contro-intuitive… per cui prima di fare investimenti importanti meglio che conti fino a 10…e come prima cosa ti rivolga a qualcuno che non abbia l’interesse a vendere un prodotto specifico ma possa aiutarti a trovare la soluzione adatta per te.

Se scegli di sostituire i serramenti in casa, sentiti libero, ma fallo in modo consapevole e valuta bene le possibili conseguenze.

Nuovi servizi per la riqualificazione energetica

Per aiutare le persone a prendere queste difficili scelta abbiamo inventato un apposito servizio, si chiama Walkit.

Walkit è il primo servizio smart per la riqualificazione energetica ed è una consulenza preliminare a basso costo che in 24 ore ti dice in modo imparziale cosa conviene fare per riqualificare a livello energetico la tua casa. Se ti interessa, scopri di più su cliccando QUI

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *