Dati progetto

Dicembre 2014

Committente privato

Progettisti
ing. Alessandro Fracassi
ing. Isaac Scaramella

I proprietari dell’edificio ci hanno contattati per risolvere due problemi precisi: un elevato consumo termico dell’edificio e fenomeni di umidità di risalita.

Il punto di partenza del nostro intervento è stata la diagnosi energetica, con lo scopo di raccogliere le informazioni sulle caratteristiche dell’edificio ed i suoi consumi utili e definire quindi la strategia di intervento in base ad un’analisi costi-benefici. Dopo il confronto con i committenti, durante il quale è stato scelto lo scenario più appropriato anche in funzione delle loro esigenze, si è passati alla progettazione degli interventi ed alla valutazione dettagliata di spesa. Si è così optato per l’isolamento di tutte le pareti esterne con un sistema a “cappotto” in lana di roccia, la posa di spallette isolanti in aerogel sui contorni finestre, il placcaggio del soffitto del garage e la sostituzione della caldaia esistente con una a condensazione. Per la soluzione dei problemi di umidità di risalita si è optato per il rifacimento della parte bassa dell’intonaco con intonaco ad alta traspirabilità.

Per garantire il raggiungimento dei risultati stimati nella diagnosi energetica, in questo tipo di interventi è fondamentale porre particolare attenzione a tutte le opere accessorie connesse all’isolamento termico quali spostamento pluviali, modifica ante, posa nuove soglie etc. L’errata valutazione o non corretta posa di alcuni elementi può comportare un significativo incremento dei costi e ridurre l’efficacia delle opere di isolamento termico.

La buona riuscita dell’intervento è stata infine verificata con una serie di scatti termografici. L’edificio è passato da classe energetica G alla classe D con una riduzione dei consumi di circa il 40%.